Route 3.552.820 – powered by www.runmap.net

DOWNLOAD GPX

Si parte da Pietra Ligure, dalla stazione oppure anche dal parcheggio all’uscita del casello autostradale. Si segue la strada nell’entroterra parallela all’Aurelia, fino ad imboccare una strada laterale che si inoltra lungo il torrente, seguendo indicazioni per Giustenice. Dopo non molto si incontra un bivio a sinistra, per Giustenice e San Lorenzo, che si segue. Si inizia a salire dolcemente su asfalto, toccando appunto il borgo di Giustenice, dopo il quale la pendenza si fa più importante (a tratti rampe al 15%). Ricordarsi di seguire i cartelli indicatori per il Monte Carmo, presenti nel paese. Con una serie di tornanti si prende quota, senza possibilità di errore, finchè di colpo l’asfalto lascia spazio ad un bello sterrato, che porterà al Giogo di Giustenice. Pendenza sempre oltre il 10% con punte anche superiori, ma fondo bello e regolare ottimo per prendere il ritmo. Si incontra un bivio a circa 650 m, si deve proseguire dritti anziché proseguire sul tornante a sinistra. Si superano alcune rampe cementate alternate a tratti sterrati talvolta un po’ più sconnessi ma sempre facilmente pedalabili. A circa 850 m si trova una fonte, e poco dopo superata una serie di tornanti e tralasciato il sentiero a sinistra per il Rifugio Pian delle Bosse, si perviene al Giogo di Giustenice 1143 m. Da qui si deve salire a piedi brevemente sul crinale erboso a sinistra (cartelli AV e Rifugio Amici del Carmo), ben visibile il Monte Carmo. Poi si rimonta in sella e per un bel prato e successivo boschetto su bel sentiero, si arriva alla base della salita conclusiva. Ora occorre spingere un po’ la bici, complessivamente il portage dal Giogo alla cima si può considerare di 20-30’. In breve si arriva ad un trivio con i vari sentieri che portano in cima. E’ più consigliabile seguire quello di sinistra “Sentiero dei Cinque) che dopo un primo tratto faticoso e ripido, scollina sul versante ovest della montagna, e permette di rimontare in sella per attraversare il fitto bosco, poi con una rampa più ripida ma pedalabile, conduce ad un colletto erboso con cartelli segnaletici. Da qui si vede ormai vicina la cima del Monte Carmo con la grossa croce, pochi minuti di portage sul pendio erboso e si è in cima, grandioso panorama.

It starts from Pietra Ligure, from the station or even from the car park at the exit of the motorway tollgate. You follow the road in the inland parallel to the Aurelia, until you take a side road that goes along the stream, following signs for Giustenice. After a while, there is a junction on the left, for Giustenice and San Lorenzo, which is followed. You start to climb gently on asphalt, touching precisely the village of Giustenice, after which the slope becomes more important (sometimes ramps to 15%). Remember to follow the signs for Monte Carmo, present in the country. With a series of hairpin bends, you gain altitude, without the possibility of error, until suddenly the asphalt gives way to a beautiful dirt road, which will lead to Giogo di Giustenice. Slope always over 10% with even higher tips, but nice and regular background great to catch the rhythm. You meet a fork at about 650 m, you must go straight instead of continuing on the hairpin left. You go over some cemented ramps alternating with dirt sections sometimes a bit ‘more bumpy but always easily pedaled. At about 850 m there is a source, and shortly after passing a series of hairpin bends and left the path on the left for the Pian delle Bosse Refuge, you reach Giogo di Giustenice 1143 m.
From here you have to walk briefly on the grassy ridge to the left (signs AV and Rifugio Amici del Carmo), clearly visible the Monte Carmo. Then come back in the saddle and for a beautiful lawn and next small wood on a nice path, you get to the base of the final climb. Now we need to push the bike a little, overall the portage from the Yoke to the top can be considered 20-30 ‘. In short you arrive at a crossroads with the various paths that lead to the top. It is more advisable to follow the one on the left “Sentiero dei Cinque” which after a first hard and steep stretch, crosses the west side of the mountain, and allows you to remount the saddle to cross the dense forest, then with a steeper but more pedaled ramp. leads to a grassy collar with signs. From here you can now see the top of Monte Carmo with its big cross, a few minutes of portage on the grassy slope and it is at the top, a magnificent view.